mercoledì 20 gennaio 2021

La Dott.ssa Marianna si vaccina contro il Covid-19

 Stamattina la Dottoressa Marianna Di Martino, farmacista presso la Farmacia degli Arsenali di Amalfi, si è vaccinata contro il SARS-CoV-2/COVID-19 presso l'ospedale di Scafati.

tra 28 giorni il richiamo.








con il certificato di vaccinazione

lunedì 18 gennaio 2021

Giornata mondiale della pizza

 

il forno a legna si prepara molto prima

Per l'impasto: Farina, acqua, una punta di lievito, sale e olio q.b. a piacere
Per condire: mozzarella, pomodoro...




Ulisse impasta la sua pizza per la serata

Turisti USA durante il lunch time

pizza fritta, tipica specialità napoletana

Ulisse Capriglione alla taverna del leone


Gigino Esposito nella cucina della Stelluccia

Gigino o' pizzaiolo quando giocava per il San Vito Positano.
Curiosità: in trattoria era chiamato o' goleador, in campo o' pizzaiolo



pancetta, patate e cipolla


la classica margherita


domenica 17 gennaio 2021

93 anni di Topolino 2 parte. Si racconta di POSITANO

Topolino è stato a Positano . 

in questo racconto del 14 ottobre 1970, che mi ha mandato l'amico Giovanni Ercolino si narra come Gancio (amico del nostro eroe) con l'aiuto di Topolino e Pippo va alla ricerca delle sue origini e dopo varie vicissitudini trova i suoi parenti a Positano.


La copertina del fumetto

 
                                       Le tavole del fumetto dove viene nominato POSITANO

sabato 16 gennaio 2021

93 anni di Topolino

 1928: nasce Mickey Mouse, in Italia Topolino, da Walt Disney. 

è il fumetto più conosciuto nel mondo, creato per i bimbi ma apprezzatissimo anche dagli adulti.

Il personaggio dei fumetti è anche protagonista nei cartoni animati. La Walt Disney vinse un premio oscar onorario per la sua creazione.


una ragazza durante il lockdown legge un'avventura di Topolino


Alcune tavole dei numeri passati...
Minnie, la sua compagna


Pippo: il compagno di avventure


Gamba di Legno, suo nemico

Topolino e Pippo in un fumetto del 2010










giovedì 7 gennaio 2021

RIPENSANDO AL FUTURO - L' Associazione ADIN rivive l'evento Porte d'artista

 Sostiene l’artista Maria Lai “l’arte sembra niente ma è necessaria come l’aria” proprio a sottolineare quanto sia importante nelle nostre vite, perché è capace di smuovere la parte più intima del nostro sentire. Abbiamo seguito appunto il nostro sentire, oltre ad eventi dedicati al sociale la nostra attenzione si è focalizzata appunto su eventi che contemplassero l’arte.

 Il borgo di Nocelle a Positano risponde pienamente a questa nostra esigenza. Un luogo sospeso tra cielo e mare, avvolto dal silenzio, è stato ed è un luogo dove l’anima respira e segue un suo ritmo naturale, il suo tempo e il suo spazio.

 Abbiamo deciso di raccontarci con una serie di video, 15 anni di eventi. Vogliamo con questo non solo fare memoria di quello che è stato ma anche pensarci proiettati ad un futuro intensamente visionario.

 Soprattutto adesso che il nostro presente è stato segnato da un avvenimento che ha sconvolto la nostra quotidianità sottraendoci alla possibilità di stringerci e di sorridere. Quello che sarà domani sarà diverso da oggi, una nuova consapevolezza ci sta indicando una diversa direzione, un nuovo modo di pensarci come attori di una stessa storia che parla di una contemporanea solidarietà.

 Questo primo appuntamento è dedicato all’evento Porte D’Artista del 2011.  


Ricordiamo anche la cronaca di 10 anni fa : 

 
 

POSITANO - L’incantevole borgo di Nocelle (piazza Santa Croce), a Positano, sarà protagonista della rassegna culturale “Porte d’Artista 2011” a partire da questo fine settimana 22-23-24 luglio e per riprendere, poi, il 29-30-31 luglio e il 5-6-7 agosto. L’evento è stato organizzato dall’associazione A.D.I.N. di cui è presidente Aniello Cinque, ideatore e direttore artistico della manifestazione il quale spiega “se il primo anno abbiamo voluto puntare sulla diversità, stavolta il “porte d’artista” ha come sottotitolo il “contrasto”,  un incontro di voci, provenienti da mondi e culture diverse, la realtà rurale del luogo che incontra quella dello “straniero”. Sono contrasti in ascolto l’uno dell’altro, l’uno che si apre all’altro. In questo mondo visionario ho scelto due personaggi, che appunto con il “contrasto” hanno avuto molto a che fare, e cioè Alda Merini e Pier Paolo Pasolini”.

“Nocelle, dunque, - aggiunge il curatore della mostra, lo storico d’arte Mario Quadraroli - diventa un museo a cielo aperto della Costiera  grazie a questa manifestazione che giunge alla sua seconda edizione. Gli artisti coinvolti (Clara Bartolini, Donatella Baruzzi, Lorenzo Maria Bottari, Mario Carotenuto, Maria Jannelli, Gruppo Laloba, Danilo Maestosi, Marina Pane, Natale Pascale, Tiziana Priori, Mimmo Rotella) si ispirano proprio a questi due simboli della letteratura del nostro tempo. Entrambi rappresentano una sorta di umanità antica e vivace, allo stesso tempo sacra e profana, giocosa e tragica, utile anche per comprendere meglio il presente. Il percorso sarà aperto dal romano Danilo Maestosi con due colonne di un possibile portale sorretto, in senso metaforico, da Pasolini e dalla Merini. Si susseguiranno, poi, tra gli altri, Mario Carotenuto con un ritratto a Pasolini realizzato nel '79 come studio per la grande opera “Notturno” e il giovane salernitano Natale Pascale in viaggio con Pasolini sull’espresso 830 SA – MI. Il palermitano Lorenzo Maria Bottari, invece, ci racconta di una sua personale amicizia con la Merini, mentre il gruppo Laloba (le napoletane Anna Crescenzi e Renata Petti) cresciuto alla scuola di Arte e Natura, propone un’installazione site specific in pieno stile pasoliniano e, in chiave antropologica, ci fanno riflettere sul luogo. Unica artista di Positano presente è Marina Pane, a cui aspetta il compito di rappresentare la tradizione di alto confronto, di ricerca e sperimentazione, che il luogo ha sempre avuto nei confronti dell'arte nazionale e non solo”.

 Ufficio Stampa: Francesca Blasi

 La notizia dell’evento è stata riportata da RAI 3 TG Regione, dai quotidiani nazionali e dalla rivista on line Exibart.

Un ringraziamento speciale:

alla giornalista Erminia Pellecchia, Positano My Life, Positano News, al fotografo Massimo Capodanno e a tutte le persone del Borgo di Nocelle e non solo coinvolte nell’evento.

A cura di Aniello Cinque, Associazione Culturale ADIN