giovedì 2 ottobre 2014

Libri: Antonio Moccia presenta a Positano: La terra dei Fuochi

Questa sera sulla  terrazza della Biblioteca Comunale di Positano si è tenuta la presentazione del libro scritto da Antonio Moccia " La terra dei fuochi".
Sarà questo libro a chiudere gli incontri letterari estivi di  " Serate D'Autore "    organizzati dall’ Associazione Posidonia , dal Comune di Positano e da Positanonews come mediapartners,
 
Moccia sul Terrazzo della Biblioteca di Positano mi mostra la copertina del libro
" La contaminazione dei terreni nell'area definita "Terra dei fuochi"  ha origini antiche e, cosa ancor più grave, tutti hanno sempre saputo. I terreni sono stati usati dalla camorra come discariche di rifiuti illegali così a lungo che sono diventati in sostanza inservibili. Il risultato di questo business criminale ora è pagato con la vita da migliaia di cittadini campani."
 
 
******
Antonio Moccia nella Biblioteca di Positano
 
Antonio Michele Moccia, giovane laureato in Lettere e Filosofia e specializzato in Scienze Storiche alla Federico II con una tesi su Nicola Cosentino, è un giovane scrittore che ha deciso di raccontare i mali della nostra società, puntando la sua attenzione sul ‘sistema camorra’. Da anni si parla del problema della Terra dei Fuochi e di migliaia di persone che ogni anno sono colpite e muoiono a causa di malattie tumorali. Ma il problema risale ad oltre trent’ anni fa.
Maria Rosaria Manzini  e Antonio Moccia. L'autore della terra dei fuochi  mi mostra una foto scattata  in una precedente presentazione del suo libro. In prima file le sedie riservate ai politici locali  rimaste vacanti  tutta la serata. 

Il testo percorre un viaggio lungo vent’anni e sono riportate fedelmente tutte le inchieste sul traffico e deposito di rifiuti in Campania e tutti i luoghi dove sono state interrate tonnellate di rifiuti tossici.

Nessun commento: